Luca se n’è andato

Luca se n’è andato.

Annunci

Resistenza e Liberazione

“E pensò che forse un partigiano sarebbe stato come lui ritto sull’ultima collina, guardando la città e pensando lo stesso di lui e della sua notizia, la sera del giorno della sua morte. Ecco l’importante: che ne restasse sempre uno. I’ll go on to the end. I’ll never give up. “

Il partigiano Johnny – Beppe Fenoglio

MAKE SCHOOL NOT WAR

Valutate se sottoscrivere questo appello affinchè i parlamentari non votino lo stanziamento di 15 MILIARDI DI EURO per l’acquisto di cacciabombardieri. Che questi soldi vengano investiti per la scuola pubblica e gli asili! Rilanciamo lo slogan degli studenti: MAKE SCHOOL NOT WAR Esso serve per far pervenire ai parlamentari, in automatico, una mail che chiede di non votare per il finanziamento all’F35. Per farlo è sufficiente accedere al sito e cliccare su adesioni di singoli o di associazioni e riempire il modulo proposto e confermare per l’invio della mail.
Vi chiediamo, inoltre, di girare l’invito anche a persone o associazioni, gruppi che conoscete.

Appello affinché i parlamentari non votino il finanziamento del cacciabombardiere F35

Il Governo italiano sta procedendo nella continuazione del programma per la realizzazione di 131 cacciabombardieri F35 Joint Strike Fighter che impegneranno il nostro paese fino al 2026 con una spesa, destinata ad aumentare, di oltre 15 miliardi di euro.

Il Parlamento approvando la prossima “Legge Finanziaria” stanzierà per sua la produzione circa 472 milioni di euro per il 2011, cifra che dovrà più che raddoppiare negli anni successivi per tenere il passo con quanto deciso.

Si tratterebbe di una decisione irresponsabile sia per la politica di riarmo che tale scelta rappresenta, sia per le risorse che vengono destinante ad un programma sovradimensionato nei costi, sia per la sua incoerenza con la Costituzione Italiana che “Ripudia la Guerra”: l’F35 infatti è un aereo di attacco che può trasportare anche ordigni nucleari.

In un momento di grave crisi economica in cui non si riescono a trovare risorse per gli ammortizzatori sociali per i disoccupati e vengono tagliati i finanziamenti pubblici alla scuola, all’università e alle politiche sociali, destinare 15 miliardi di euro alla costruzione di 131 cacciabombardieri è una scelta sbagliata e incompatibile con la situazione sociale del paese.

Chiediamo ai parlamentari che facciano tutto ciò che è in loro potere per non finanziare questi strumenti di morte e così fermare il programma, destinando le risorse risparmiate a programmi alternativi: una parte a iniziative di riconversione civile dell’industria bellica e agli interventi di cooperazione internazionale, che la scorsa manovra finanziaria ha più che dimezzato, e l’altra parte alla scuola, all’università, alla ricerca, alla cultura, alla sanità pubblica e alle energie rinnovabili.

La sottoscrizione di questo appello prevede l’invio, in automatico, di una e-mail da parte di ciascun sottoscrittore a ciascuno dei deputati e dei senatori della Repubblica italiana, che si accingono in questi giorni a votare il “Programma di stabilità” per il prossimo anno.

Clicca sul cartello STOP WAR